skip to Main Content
L’INFORMAZIONE ITALIANA: COME FIDARSI?

L’INFORMAZIONE ITALIANA: COME FIDARSI?

Prendo alcuni semplici fatti da due articoli diversi comparsi sulla stessa pagina della Repubblica di oggi (p. 11):

1. Il nuovo direttore del telegiornale di Rai2 è un fedelissimo di Salvini, e ha “ormai trasformato il Tg2 nel megafono della Lega” (mi pareva!). Sua moglie Federica Corsini è stata promossa caposervizio a RaiParlamento. I due si sono sposati da poco. Testimone al matrimonio: Maurizio Gasparri. Bella stampa indipendente!
2. Alla trasmissione “I dialoghi di Paolo Mieli” è stato invitato il presidente Pd della regione Calabria (Mario Oliverio). La società Hdrà (suppongo si legga Accadrà), che gestisce il format, ha ottenuto dalla Regione Calabria 100 mila euro per l’evento, giustificati da Oliverio come “promozione del turismo in Calabria”. La somma includeva vitto e alloggio per Raffaella Carrà, Carlo Freccero e molti altri, l’acquisto di 500 copie di un libro di Mieli, e altre amenità. Secondo il procuratore capo di Catanzaro la trasmissione è stata “una personale promozione politica incentrata sulla sola figura di Oliverio”.

Non resta altro che studiarsi bene le lingue e andare a leggere le notizie italiane su Le Monde, il New York Times, il Guardian, l’Economist, la Suddeutsche Zeitung.

Immagine: a destra di Salvini il nuovo direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano.
(Molti dettagli sull’operazione Oliverio si trovano in questo articolo del Fatto Quotidiano):
https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/08/05/calabria-le-accuse-a-oliverio-lintervista-al-festival-di-
spoleto-soldi-pubblici-per-il-turismo-spesi-per-la-sua-promozione-politica/5369986/

Condividi questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi