skip to Main Content
FORMIGLI ANSIOGENO MA DICE IL VERO

FORMIGLI ANSIOGENO MA DICE IL VERO

Non si è andati a letto sereni dopo la “Piazza pulita” di ieri sera sulla 7. Le immagini dalla Terapia Intensiva dell’ospedale Sacco di Milano ritornavano in mente e creavano agitazione. Le parole del professor Massimo Galli, direttore del reparto Malattie Infettive dello stesso ospedale, erano state inequivocabili: il coronavirus è una cosa seria che può diventare una cosa terribile, siamo appena agli inizi dell’epidemia, Germania e Francia si troveranno nelle stesse nostre condizioni tra quaranta o cinquanta giorni. E così via: niente rassicuranti ottimismi, niente bugie od omissioni per evitare “allarmismi”. Sono parole che innervosiscono; ma passato l’impatto del primo momento permettono di guardare alla difficile situazione presente con una migliore consapevolezza e con la necessaria determinazione. Sono parole più utili delle rassicurazioni di chi vuole manipolare l’opinione pubblica nascondendo la difficile verità.

Cliccare qui per il video con l’intervista al professor Galli (14 minuti). Trovate le previsioni sul probabile futuro verso il minuto 6 (di fronte a chi prevede fino a un 20-60 per cento di infettati il professore non si pronuncia ma ribadisce che il problema è “estremamente serio”) e poi più in dettaglio a partire dal minuto 12.

Il giro lungo di Checco CanalIl giro lungo di Checco Canal
Un veneziano all’estero: andata, soggiorno e ritorno.
Compratelo qui o leggetelo qui con molte più illustrazioni.
Leggete qui una recensione sul “Gazzettino” di Venezia.

Condividi questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi