skip to Main Content
PER GLI AMICI LONTANI

PER GLI AMICI LONTANI

Noi che ci troviamo nelle province più colpite del Veneto abbiamo imparato una cosa importante: è facile restare chiusi in casa quando nei dintorni ci sono stati otto o dieci contagi. Quello che era difficile (e che ben pochi hanno fatto) era non uscire quando i numeri erano bassi e concentrati in Cina o a Vo’ o nel Lodigiano. Ma era allora, quindici o venti giorni or sono, che occorreva proteggersi. Adesso lo facciamo tutti, e con grande attenzione; ma i contagi che si contano ogni giorno sui giornali e sugli schermo TV sono stati contratti quando tutto ci sembrava così lontano. Perciò, caro Peppe che te ne stai  Vibo Valentia e cara Linda che sei a Washington, cominciate adesso, da subito! Tappàti in casa in modo ermetico!

Aggiungo qui sotto il link a un utile articolo su Medium elemental, con una forse esagerata check list di cose da fare e da non fare quando si resta chiusi in casa. Cliccare qui per aprire l’articolo.

Il giro lungo di Checco CanalIl giro lungo di Checco Canal
Un veneziano all’estero: andata, soggiorno e ritorno.
Compratelo qui o leggetelo qui con molte più illustrazioni.
Leggete qui una recensione sul “Gazzettino” di Venezia.

Condividi questa pagina
This Post Has One Comment
  1. Paolo carissimo, non mi pesa stare in casa. Lo faccio da sempre. Fuori, a Vibo, c’è solo da intristirsi: Covid o meno. Nella speranza di superare velati azzardi, un saluto e un augurio a te e a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi