skip to Main Content
ATTIVITA’ MOTORIA AL TEMPO DEL VIRUS

ATTIVITA’ MOTORIA AL TEMPO DEL VIRUS

Sarebbero 10 passi per 10, ma in realtà, con l’ingombro delle piante, scale, scope e attrezzi si riducono a 7 x 7. Camminando sotto muro si fa il giro in esattamente 28 passi, che nella conta si possono arrotondare a 30. Le istruzioni del dottor Risica sono per 35 minuti al giorno,  che in passi sono circa 4.200: occorre fare 140 giri completi.
Uffa.
Il fatto è che il virus mi ha sorpreso qui sulle colline sopra Conegliano, dove abita la mia compagna. E che se ritorno a Venezia (cosa che è permessa) non potrei poi ritornare da lei, né lei venire da me, fino alla fine dell’emergenza.  Comunque, alzo lo sguardo e vedo un bel cielo blu sopra le colline. Mi mancano Venezia, le mie barchette e la “passeggiata cardiologica” tra la Ca’ di Dio e Sant’Elena, ma pazienza. Anche qui la passeggiata non sarebbe sgradevole, lungo i filari di prosecco: ma il decreto legislativo è un po’ ambiguo sulla liceità dell’esercizio fisico e preferisco peccare per eccesso anziché per difetto di prudenza.
Perciò, 140 giri al giorno ancora per un mesetto, se andrà tutto bene.

Il giro lungo di Checco CanalIl giro lungo di Checco Canal
Un veneziano all’estero: andata, soggiorno e ritorno.
Compratelo qui o leggetelo qui con molte più illustrazioni.
Leggete qui una recensione sul “Gazzettino” di Venezia.

Condividi questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi