skip to Main Content
“VENEZIA MALATA GRAVE”

“VENEZIA MALATA GRAVE”

Come se avesse letto il mio blog di ieri (nel quale insistevo che l’Unesco non si preoccupa solo delle navi da crociera ma anche e soprattutto del turismo di massa), la Direttrice del Centro Unesco per il Patrimonio dell’Umanità, Metchild Roessner, specifica in un’intervista al portale online Green&Blue (riportata sulla Nuova Venezia di oggi 27 giugno) alcuni particolari importanti riguardo all’iscrizione di Venezia nella lista dei siti in pericolo (o “a rischio”come si dice di solito). Brevemente:
1) Le grandi navi solo solo una parte del problema. La situazione di Venezia è molto difficile perché la città sta perdendo la sua integrità. Roessler cita: “gli impatti del turismo di massa, la diminuzione della popolazione residente, i progetti di sviluppo e costruzione non dichiarati, una governance e gestione nella cooperazione dei piani per il futuro inadeguate, un’assenza di chiara programmazione per la mitigazione degli effetti climatici e i loro impatti cumulativi”;
2) Le raccomandazioni della Commissione Unesco saranno votate tra meno di un mese dall’assemblea generale e se approvate (come di solito accade) Venezia sarà dichiarata sito in pericolo.
Trovate qui sotto il testo dell’intervista.

 

Il giro lungo di Checco CanalIl giro lungo di Checco Canal
Un veneziano all’estero: andata, soggiorno e ritorno.
Compratelo qui o leggetelo qui con molte più illustrazioni.
Leggete qui una recensione sul “Gazzettino” di Venezia

Condividi questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi