skip to Main Content
ARRIVANO MILIONI DI EURO, MA QUANTI TURISTI VOGLIAMO?

ARRIVANO MILIONI DI EURO, MA QUANTI TURISTI VOGLIAMO?

Dei circa 82 milioni di euro che arriveranno dall’Europa per il territorio di Venezia, circa nove saranno dedicati alla gestione dei flussi turistici. (Qui sotto riporto la bella tavola pubblicata sulla Nuova Venezia sulla quale sono leggibili tutte le destinazioni delle singole frazioni di quella somma). I nove milioni andranno principalmente al monitoraggio degli arrivi e delle presenze per le strade e i canali di Venezia e all’installazione di tornellli di controllo ed eventuale respingimento dei flussi in eccesso. Il documento con il quale il Comune chiedeva quei fondi (richiesta approvata) include anche l’indicazione delle posizioni dei tornelli.
L’articolo del Corriere del Veneto che riporto qui sotto illustra bene i dettagli delll’operazione. Rimangono due domande in sospeso:
1. Con quali mezzi il Comune rileverà i turisti? Agganciando i telefonini? Sarebbe importante saperne di più, ma su questo argomento non si trovano notizie.
2. La più importante: ammesso che si applichi veramente questo metodo: quale sarà il numero massimo di turisti ammessi a entrare in città? Perché è chiaro che se le limitazioni partiranno da ottantamila o novantamila (la media giornaliera attuale) non si sarà ottenuto altro che legittimare un turismo di massa che invece va radicalmente ridotto.

Il giro lungo di Checco CanalIl giro lungo di Checco Canal
Un veneziano all’estero: andata, soggiorno e ritorno.
Compratelo qui o leggetelo qui con molte più illustrazioni.
Leggete qui una recensione sul “Gazzettino” di Venezia

Condividi questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi