skip to Main Content
PARTITO DEMOCRATICO, ANDIAMO MALE

PARTITO DEMOCRATICO, ANDIAMO MALE

La Nuova Venezia di oggi 30 luglio pubblica un intervento di critica all’amministrazione Brugnaro: “Quattro anni di chiacchiere”, a firma del Segretario Comunale del Pd di Venezia. L’intervento è deludente al massimo. Dopo quattro anni di pugnalate al cuore della città, il massimo che il Pd riesce a dire è qualche frasetta generica e burocratica: “smantellato il sistema di welfare”, “incapacità di utilizzare la tassa di sbarco”, “associazioni cittadine vessate”, “assessori e consiglieri privi di autonomia” e poco o niente altro. Tutti qui i difetti di Brugnaro? E la trasformazione di Venezia in albergo, gli appartamenti sottratti alla residenza, i plateatici dovunque, la cintura di alberghi di Mestre, i benvenuti alle navi da crociera, il moto ondoso imperante, le strade intasate, i mezzi pubblici sovraffollati, i negozi di quartiere spariti, le rive che cadono in briciole, gli studenti universitari senza alloggi, gli edifici universitari venduti alle compagnie alberghiere, gli artigiani calpestati, la voga veneta ridotta a spettacolo, la laguna ridotta a braccio di mare, la città tutta amministrata come un parco giochi?
Se questo è tutto quello che il Partito Democratico riesce a dire e a proporre ai cittadini, ecco spiegata la sconfitta alle elezioni passate – e purtroppo anche a quelle future, se non si leveranno voci più serie, meglio informate e più appassionate.

Condividi questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi