skip to Main Content
NOTIZIE SERIE SUL VIRUS

NOTIZIE SERIE SUL VIRUS

Sulla diffusione del coronavirus e su quanto possiamo o dobbiamo aspettarci ecco un articolo estremamente dettagliato e dall’aria di inoppugnabile scientificità, che risponde a tutte le domande di una persona ragionevole in modo limpido e diretto. Non posso garantirne il valore in modo certissimo, se non riferendo che l’autore è un 33enne professore della Stanford University (certamente una delle più serie della California e di tutti gli USA) e che è stato pubblicato da Medium, la rivista digitale creata dal fondatore di Twitter, Evan Williams, nel 2012. L’articolo, a quanto riferisce Medium stessa, aveva ricevuto alla mattina di oggi 13 marzo ben 17 milioni di lettori, malgrado la sua indubbia difficoltà di lettura dovuta al carattere tecnico dei dati e della loro elaborazione. Lo ripropongo qui perché mi pare che sia quanto di meglio c’è sul web a tutt’oggi. Un suo limite è che copre i fatti solo fino al 3 marzo, data in cui è stato pubblicato.

Qui sotto riporto il grafico n. 11, che illustra le differenze tra contagi registrati e contagi reali e il n. 16 che riguarda le proiezioni di mortalità in Italia (con e previsioni fino all’11 marzo, che ora è possibile confrontare con il dat0 reale, che la sera del 12 marzo era di 1016 morti su 12.839 contagiati registrati (dalla Repubblica di oggi 13 marzo).

Cliccare qui per aprire l’articolo su medium.com.

Il giro lungo di Checco CanalIl giro lungo di Checco Canal
Un veneziano all’estero: andata, soggiorno e ritorno.
Compratelo qui o leggetelo qui con molte più illustrazioni.
Leggete qui una recensione sul “Gazzettino” di Venezia.

 

Condividi questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi