skip to Main Content
AFFOGHIAMO NELLA PACCOTTIGLIA

AFFOGHIAMO NELLA PACCOTTIGLIA

La Nuova Venezia di oggi 12 marzo riferisce di altri due negozi di chincaglierie per turisti che hanno aperto attorno a campo San Luca. Nell’articolo si ricorda che sono ben 900 i negozi “aperti a Venezia da cinesi nelle zone di maggior passaggio, da San Marco a Rialto, dalla Strada Nuova a San Bartolomeo”. Naturalmente ciò che preoccupa non è il fatto che si tratti di cinesi, ma il contenuto dei negozi: sempre ninnoli e ricordini o bar e panini. Intanto si fa di tutto per aumentare i flussi di turisti escursionisti, che sono coloro ai quali si rivoge questo tipo di offerta: adesso poi si stanno spendendo centinaia di milioni per creare nuovi ormeggi per le navi da crociera e per installare tornelli in grado di convogliare le folle anche nelle zone finora meno intasate. Ma è chiaro a tutti che limitando il numero dei turisti di poche ore anche quei negozi sparirebbero e forse ritornerebbero i negozi di vicinato. Mentre limitando le locazioni turistiche si abbasserebbero gli affitti e ritornerebbero i veneziani. Ci vuole poco a capirlo. Bisogna solo avere la volontà di farlo.

 

 

Condividi questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi